HENRI BARBUSSE

Figura di spicco della cultura militante di sinistra e della letteratura degli anni Venti, Henri Barbusse (Asnières-sur-Seine, 17 maggio 1873 – Mosca, 30 agosto 1935) è autore di alcune tra le più straordinarie opere del secolo scorso. «L’inferno», suo secondo romanzo, esce nel 1908 e segna l’inizio del suo successo come scrittore. Nel 1914, allo scoppio della Prima guerra mondiale, parte volontario per il fronte. Da questa esperienza nasce «Il fuoco» (1916), la sua opera maggiore, da molti paragonata a Niente di nuovo sul fronte occidentale di Remarque.