I NOSTRI AUTORI

ARLT, ROBERTO

Roberto Arlt (Buenos Aires, 26 aprile 1900 – Buenos Aires, 26 luglio 1942) è considerato uno dei maggiori scrittori argentini di ogni tempo, una figura quasi leggendaria. Il suo primo romanzo, El juguete rabioso (Il giocattolo rabbioso) esce nel 1926 e riceve molti apprezzamenti, oltre a suscitare l’ammirazione di Borges. Tre anni dopo, I sette pazzi viene celebrato come un capolavoro. In romanzi e racconti di tono dostoevskiano, e talora kafkiano, seppe interpretare le atmosfere torbide e crudeli della Buenos Aires degli anni Trenta. Muore d’infarto nel 1942.

AUSTEN, JANE

Jane Austen (Steventon, 16 dicembre 1775 – Winchester,18 luglio 1817), nata nella contea dello Hampshirein una famiglia piuttosto numerosa, iniziò a scrivereda giovanissima. Visse in Inghilterra, circondatada un ambiente culturalmente stimolante, e condusseun’esistenza tranquilla scandita dalle consuetudinidel tempo: gli incontri con vicini e conoscenti, i balli,le piccole recite domestiche, le conversazioni attornoal camino e soprattutto le letture. Morì a soli 41 annia causa di una grave malattia.

BARBUSSE, HENRI

Figura di spicco della cultura militante di sinistra e della letteratura degli anni Venti, Henri Barbusse (Asnières-sur-Seine, 17 maggio 1873 – Mosca, 30 agosto 1935) è autore di alcune tra le più straordinarie opere del secolo scorso. «L’inferno», suo secondo romanzo, esce nel 1908 e segna l’inizio del suo successo come scrittore. Nel 1914, allo scoppio della Prima guerra mondiale, parte volontario per il fronte. Da questa esperienza nasce «Il fuoco» (1916), la sua opera maggiore, da molti paragonata a Niente di nuovo sul fronte occidentale di Remarque.

BONINA, GIANNI

Gianni Bonina, giornalista, vive a Catania.
È autore dei romanzi Busillis di natura eversiva (Barbera, 2008), I sette giorni di Allah (Sellerio, 2012) e La scoperta della mafia (Barbera, 2014); del reportage L’isola che trema (Avagliano, 2006; Premio Alvaro 2007) e dei saggi letterari I cancelli di avorio e di corno (Sellerio, 2007), Maschere siciliane (Aragno, 2007; Premio Adelfia 2007) e Tutto Camilleri (Sellerio, 2012).
Per la serie “Le inchieste di Natale Banco” sono usciti due romanzi: Cronaca di Catania (Mursia, 2013) e Morte a debito (Mesogea, 2016).

BRIZZI, ENRICO

Enrico Brizzi (Bologna, 20 novembre 1974) con il suo primo romanzo, Jack Frusciante è uscito dal gruppo, sbanca le vendite nelle librerie ottenendone, un paio di anni dopo, anche la trasposizione cinematografica. Grande appassionato di viaggi a piedi, intraprende l’attraversamento della via Francigena e, recentemente, il cammino di Santiago, esperienza da cui trae ispirazione per la composizione del suo ultimo racconto Contento te contenti tutti. Ha all’attivo diverse pubblicazioni di successo come Bastogne, Tre ragazzi immaginari, L’inattesa piega degli eventi.